Pandemia – una sfida intellettuale

 

Perlomeno alle nostre latitudini, la pandemia da Covid-19 ha rappresentato una novità assoluta e radicale. Neppure i più anziani tra noi, che pure hanno conosciuto immense tragedie come la guerra, avevano mai vissuto qualcosa di simile. In poco tempo tutto è cambiato sotto la minaccia di un nemico terribile e invisibile: stili di vita, sistemi educativi, mercato del lavoro, politiche pubbliche, relazioni internazionali. Niente sembra essere più come prima: una nuova normalità, attraversata ancora da molte incertezze, si è imposta a livello globale. Non c’è angolo del mondo che non sia stato toccato. In questo senso, la pandemia ha rappresentato un banco di prova per gli intellettuali, i quali hanno tentato interpretazioni di un fenomeno radicalmente nuovo a partire dalle categorie a loro disposizione. Categorie che tuttavia non sempre si sono rivelate adeguate. La tavola rotonda – nata dalla collaborazione tra il Rome Global Gateway della Notre Dame University e il dottorato internazionale in “Contemporary Humanism” dell’Università Lumsa – intende tirare un primo bilancio di quei tentativi intellettuali. Nella consapevolezza che la pandemia rappresenta, a tutti gli effetti, una sfida anche per il pensiero.

L’iniziativa chiude il seminario annuale del dottorato: due giorni nel corso dei quali i dottorandi presentano e discutono con il collegio docenti e con esperti esterni lo stato di avanzamento e i risultati delle loro ricerche.

 

Dove: online e in presenza – Notre Dame University Rome Global Gateway